Skip to main content Skip to search

Archives for No Profit

Il non profit in crescita cerca servizi specializzati – NUOVO NON PROFIT DEPARTMENT

Ad oggi il Non Profit è un settore che continua a crescere con tassi medi annui superiori a quelli che si rilevano per le imprese “profit”, sia per numero di istituzioni (arrivate a 350.492), sia per numero di dipendenti (844.775).

Anche se, come dalla riforma avviata nel 2016, non sono ancora partiti i nuovi regimi fiscali di favore per gli Ets, che attendono il via libera della Ue, né il nuovo Registro unico nazionale degli enti del terzo settore, possiamo vedere un paio di novità dal ministero del Lavoro:

1/ 09.08.19: pubblicazione delle linee guida per redigere il bilancio sociale degli enti del Terzo settore: un rendiconto non finanziario, ma a tutto tondo dell’attività svolta, che è obbligatorio per gli enti con entrate sopra il milione di euro, per le imprese sociali, per i centri di servizio per il volontariato. Anche se l’organizzazione non ha grossi volumi di entrate, poi, il bilancio sociale è una scelta di trasparenza nei confronti dei finanziatori, e può essere richiesto agli enti che operano in collaborazione con pubbliche amministrazioni o decidono di partecipare a bandi che lo prevedono.

2/ 12.09.19: pubblicazione delle linee guida per i sistemi di valutazione dell’impatto sociale delle attività degli enti del Terzo settore. Ciò porterà le organizzazioni a “misurare” il beneficio sociale portato dagli investimenti e dalle azioni effettuate.

L’obbligo di aggiornare gli statuti degli enti del terzo settore, adeguandoli alle regole della riforma, è slittato al 30 giugno 2020, ma ci sono enti che si sono già allineati. Questo processo porterà con sé la progressiva adozione degli organi di controllo e dei revisori legali, previsti dal Codice del Terzo settore per le associazioni, quando l’ente supera determinate dimensioni, e per le fondazioni.

Scrivere un bilancio sociale per gli enti del terzo settore o valutare l’impatto delle azioni introdotte da un’organizzazione, sono alcune delle competenze mirate richieste a noi professionisti per affiancare gli Enti Non Profit.

Da oggi lo Studio Pietrostefani Dottori Commercialisti assiste gli ETS grazie ad un Dipartimento Dedicato con personale formato ad Hoc, di cui la nostra collaboratrice D.ssa Mariangela Trivisani è responsabile.

 

Per info: trivisani@studiopietrostefani.it

Read more

RUNTS: Registro Unico Nazionale Terzo Settore.

Finalmente nel 2020 il RUNTS diventerà operativo e con esso la riforma del Terzo Settore. La piattaforma su cui sarà sviluppato il registro per le iscrizioni, sarà a cura di Infocamere, in collaborazione con il Ministero del Lavoro. Di seguito le prime bozze sulle modalità per l’iscrizione al RUNTS:

  1. L’iscrizione ha efficacia costitutiva e solo da quel momento in poi un ente potrà definirsi tecnicamente ETS e fruire dei benefici previsti.
  2. La revisione di ogni iscritto sarà effettuata ogni 3 anni: con tale metodo si andrà a verificare la permanenza dei requisiti per l’iscrizione al registro, che sarà suddiviso in sezioni di appartenenza.
  3. La competenza territoriale del registro è relativa alla sede dell’ente , a prescindere dai luoghi dove viene svolta l’attività.
  4. Tutte le comunicazioni, istanze o richieste dovranno essere inviate al Runts “esclusivamente con modalità telematiche” tramite una pec che tutti gli ETS dovranno avere.
  5. Le iscrizioni saranno presentate all ’ ufficio Regionale del Runts , fatta eccezione per le reti associative che si rivolgeranno all’ufficio statale del runts.
  6. Saranno considerati Lavoratori solo quelli “ dipendenti e/o parasubordinati con apertura di posizione assicurativa”, escludendo anche i percettori di compenso. Di conseguenza, il numero dei volontari dovrà essere maggiore solo rispetto a quello dei lavoratori.
  7.  Saranno considerati Associati solo coloro a “cui è riconosciuto il diritto di voto nell’organo che provvede all’approvazione del bilancio dell’ente”.
  8. Gli enti già in attività dovranno presentare, unitamente alla domanda di iscrizione, gli ultimi 2 bilanci consuntivi approvati.
Read more