Con la legge 145/2018 è stata introdotta, a partire dal 2019, una nuova categoria di spesa, agevolabile al 25%, relativa a materiali, forniture e altri prodotti analoghi impiegati in R&S, anche per prototipi e impianti pilota.

Ciò va a soddisfare le esigenze delle imprese per le quali l’utilizzo di materiali ai fini di test di laboratorio, prototipi etc, è parte significativa delle spese di R&S.

Questa nuova categoria può essere esclusa dal calcolo ove comporti una riduzione dell’eccedenza agevolabile.

Ciò è da ricondurre alla volontà del legislatore di evitare situazioni di svantaggio per il contribuente, anche se quest’ultimo, in caso di incremento dell’eccedenza agevolabile – ovvero in assenza di “svantaggio” – sia in ogni caso tenuto a considerare la nuova tipologia di spesa ai fini del computo del credito.

Laddove, in presenza di spese agevolabili al 50% e altre al 25%, l’alterazione della loro proporzione sul totale delle spese sostenute agevolabili potrebbe portare ad una riduzione del beneficio.

Di conseguenza, potrebbe essere più logico rimettere al contribuente la facoltà di includere o meno la nuova tipologia di spesa alla luce di un’analisi di convenienza più ampia, che prenda in considerazione gli effetti sul beneficio complessivo.